Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

Tremonti ter nell'edilizia L’agevolazione prevede uno sconto Irpef/Ires pari al 50% dei costi per l’acquisto di nuovi macchinari...

Tremonti ter nell'edilizia

  • 21/01/2010
L’agevolazione prevede uno sconto Irpef/Ires pari al 50% dei costi per l’acquisto di nuovi macchinari...

Per accedere alla notizia cliccare qui

L’esclusione dall’imposizione sul reddito d’impresa del valore (pari al 50%) degli investimenti in macchinari e apparecchiature nuovi, comunemente nota come “Tremonti ter”, prevista nel decreto legge 78/2009, confermata nella legge di conversione n. 102 del 3 agosto scorso, ha rappresentato un grande incentivo nel settore edilizio.
Il successo dell'agevolazione è talmente evidente che ci si chiede perché non vengano alla luce altre manovre di natura fiscale che spingano oltre la crisi in atto.
 
Nel ricordare che è possibile ancora godere dell'agevolazione per tutto il primo semestre 2010, vediamo nel dettaglio, quali sono gli investimenti agevolabili.
La norma – articolo 5 rubricato come “detassazione degli investimenti in macchinari” – agevola gli investimenti in macchinari e apparecchiature nuovi – ossia acquistati da produttori e usati sottoposti a processo di effettivo rinnovo - compresi nella divisione 28 della tabella Ateco 2007 (di cui al provvedimento del direttore dell’agenzia delle Entrate 16 novembre 2007), escludendo altre categorie di beni.
Le attrezzature comprese nella voce Ateco 28 sono quelle classificate come Nca, acronimo che si riferisce alla fabbricazione di macchinari e apparecchiature, comprese le rispettive parti meccaniche, che intervengono meccanicamente o termicamente sui materiali o sui processi di lavorazione.
La divisione 28, in particolare, include apparecchi fissi e mobili o portatili progettati per uso industriale, per l’edilizia e l’ingegneria civile, per uso agricolo o domestico e la fabbricazione di alcune apparecchiature speciali, per trasporto di passeggeri o merci entro strutture delimitate.
La divisione include anche la fabbricazione di macchinari per usi speciali, non presenti altrove in questa classificazione, utilizzati o meno in un processo di fabbricazione (come quelli utilizzate nei parchi di divertimento, nelle piste automatiche da bowling, eccetera).

Importo e applicazione della detassazione

L’agevolazione si sostanzia in una riduzione dell’imponibile Ires pari al 50% del valore degli investimenti effettuati nel periodo compreso dalla data di entrata in vigore del decreto e il 30 giugno 2010. Il beneficio non opera ai fini Irap.
I periodi di imposta interessati sono pertanto l’anno 2009 e 2010.
Gli investimenti effettuati dopo l’entrata in vigore del decreto e fino al 31 dicembre 2009 produrranno una detassazione in dichiarazione 2009 (giugno 2010), mentre gli investimenti effettuati nel primo semestre del 2010 avranno effetto sulla dichiarazione 2010 (giugno 2011).
La diminuzione d’imposta rileva per il saldo, mentre non rileva per il calcolo degli acconti (2009-2010-2011).

CONTATTACI